Ogni appassionato di Cannabis si trova, prima o poi, davanti ad un grande quesito: quali semi di Cannabis devo acquistare?

Per rispondere a questa domanda e scegliere, quindi, quali semi di Cannabis comprare dobbiamo tenere in considerazione una serie di fattori: il tipo di Marijuana preferita, il nostro livello di esperienza e se preferiamo l’ambiente indoor o outdoor.

Alcuni semi di Cannabis sono molto più difficili da curare rispetto ad altri. Allo stesso modo, alcuni sono stati progettati per essere facili da coltivare, per resistere meglio ai

Semi di Cannabis

Semi di Cannabis

parassiti e gestire in maniera molto più performante lo più stress. E’ meglio che gli appassionati che si approcciano per la prima volta al mondo dei semi di Cannabis utilizzino quelli facili da coltivare.

Per sapere quale scegliere, dobbiamo capire bene di cosa stiamo parlando. Per questo è bene sapere che i semi di Cannabis, in sostanza, rientrano in due grandi famiglie: Indica e Sativa.

la Cannabis Indica

Ci sono molte differenze tra la Cannabis Indica e Sativa. Queste includono l’altezza, la lunghezza internodale, le dimensioni del foglio e la struttura, le dimensioni e la densità delle gemme, il tempo di fioritura, l’odore, il fumo e gli effetti. La pianta Indica è generalmente più bassa e più folta rispetto alla Sativa, che è di solito più alta. Gli effetti della Sativa sono ben noti per la sua elevata capacità di generare euforia. La Indica è, al contrario, ben nota per i suoi effetti sedativi che alcuni preferiscono per favorire il sonno.

impianto

impianto

La pianta Indica possiede capacità calmanti e lenitive che possono essere utilizzate per rilassarsi o alleviare il dolore.I coltivatori, spesso e volentieri, incrociano i ceppi per cambiare le proprietà dei semi di Cannabis che coltivano. La ragione di tutto ciò cambia da incrocio a incrocio. A volte è per aumentare la resa, a volte per aumentare la potenza. Può anche essere utilizzato per rafforzare la pianta o per ottenere un risultato più consistente.